Lorenzo Covello
Si è formato prima attraverso l’acrobatica e la giocoleria, studiando prima a Milano (Piccola Scuola di circo) poi a Torino (Flic) dove inizia anche lo studio del tiptap e della percussione corporea. Arricchisce il suo linguggio espressivo attraverso il teatro, studiando con Kuniaki Ida (allievo di Jaques Lecoq) e la danza partecipando a workshop in Italia e in Europa con coreografi e compagnie di danza e teatro danza. Ha lavorato con diversi comici della scena milanese e italiana tra cui i Pali e dispari, Gianmarco Pozzoli, Gianluca De Angelis e negli
ultimi anni con la regista palermitana Emma Dante partecipando alla creazione di quattro opere diverse. Parallelamente, si laurea in design del prodotto presso il politecnico di Milano e fonda un brand di abbigliamento (Lit_welovelittlethings).
A partire dal 2016 lavora alla creazione e alla diffusione dei suoi progetti personali : Flock, Una Vita a Matita (Winner Minimo Teatro Festival 2016),Un po’ di più (Winner Minimo Teatro Festival 2017

Zoé Bérnabéu
Ha studiato danza contemporanea al Conservatorio Nazionale di Parigi, studiando durante la sua formazione con coreografi come: Cécile Loyer, Cristiana Morganti (Pina Bausch), Ambra Senatore, Mathilde Monnier, Sabine Ricou, Martha Moore, Dominique Brun. Nel 2013 ha l’occasione di studiare presso l’accademia nazionale di Atene, grazie ad uno scambio con il conservatorio di Parigi. 
Da Novembre 2016 a Maggio 2017 lavora per Philip Connaughton alla creazione di Extraterrestrial Events che ha debbuttato al Dublin Dance Festival.
A luglio 2017, ha preso parte a Corpus, compagnia di danza contemporanea Danese con sede nel Royal Danish Theater diretta dal coreografo Tim Matiakis. Lì, ha collaborato con Martin Forsberg, Ioannis Mandafounis, Bobbi Jene, Sebastian Mattias. A ottobre 2018 partecipa come danzatrice a la creazione della Mano Felice e del Castello di Barbablu con regia di Ricci/Forte presso il Teatro Massimo di Palermo