PERFORMANCE

 

April 27, 9 p.m., Spazio Franco

 

LE FUMATRICI DI PECORE

un progetto di/a project by

ANTONELLA BERTONI

regia/direction

MICHELE ABBONDANZA

con/with

PATRIZIA BIROLO e ANTONELLA BERTONI

luci/lighting design

ANDREA GENTILI

“Da sempre affascinati dalle forme e dal multiforme, iniziamo una collaborazione con un’interprete straordinaria (“fuori dall’ordinario”): lei portatrice sana di una diversa abilità, noi portatori malati della nostra salute. Proveremo a scambiarci le rispettive portate.” (M.A.)

“Guardando Patrizia ho colto con intensità quanto un corpo e una persona potessero esprimere un umore ballerino. Mi è parso di intravedere la sua vita essere una mancanza della sua vita, e questo ha causato in me un disorientamento. Da qui il desiderio di scrivere una partitura con lei.

Le sequenze coreografiche, le brevi storie di relazione, sono occasioni preziose per riscrivere altre più vecchie storie. Senza descrivere né commentare, registreremo gli accadimenti come specchi puliti, pellicole vergini, superfici vuote senza perdere l’incertezza di chi si sente al confine.” (A.B.)

 

 

“Fascinated, as always, by forms and by the multiform, we have begun a cooperation with an extraordinary (‘out of the ordinary’) performer: she is the asymptomatic carrier of a different ability, as we are symptomatic carriers of our good health. We will endeavour to share our respective afflictions.” (M.A.)

“Watching Patrizia, I have intensely realized how much a body and a person can express a ‘dancing’ mood. I thought I could almost see her life as being the lack of her life, and that disoriented me. This made me wish to write a score with her.

Choreographic sequences and short relationships are special occasions to re-write other older tales. Without describing, nor commenting, we will record what happens, like polished mirrors, unused negatives, or bare surfaces, without losing the uncertainty typical of people who feel on the borderline.” (A.B.)