26 Aprile ore 10:00 TEATRO BIONDO, Sala Strehler

                                                                                      (Ingresso gratuito)

                                                    MEMORIA E TRASMISSIONE 

                                                                             a cura di Roberto Giambrone

          (interverrà all'incontro Alessandro Pontremoli, studioso della danza e docente all'Universita di Torino)

Non c’è progresso e non c’è innovazione senza memoria. Qualunque considerazione sul presente e sul futuro non può prescindere da un’analisi del passato, per trarne insegnamento o per rigettarne gli errori e le false convinzioni. Per questo anche la danza contemporanea, se vuole interrogarsi sulla propria funzione e le prospettive in un’epoca critica e complessa come la nostra, non può che interrogare il passato, risalire alle origini, individuando punti di riferimenti ancora validi e smascherando falsi miti e inveterati stereotipi.

Vogliamo partire da queste premesse per gettare il cuore oltre l’ostacolo, per poter dimostrare che la danza non è compiaciuto esercizio stilistico o mero spettacolo dei corpi. La danza non deve arretrare di fronte alla complessità del contemporaneo, alla crisi delle ideologie e dei linguaggi. Deve avere il coraggio di mettere in discussione la propria funzione e i propri limiti, dimostrando le proprie potenzialità. Deve entrare a gamba tesa nel dibattito sulle forme e sui contenuti, senza riprodurre sterili e anacronistici stereotipi, dialogando con le altre forme di rappresentazione e con gli altri linguaggi, dal cinema alla letteratura, dal teatro alla poesia, recuperando valori sommersi per declinarli nel tempo presente.

Un percorso accidentato come la realtà che ci circonda, ma che nella memoria può trovare solide fondamenta da cui ripartire. Memoria che è anche trasmissione, di pensiero e di tecniche. Si impone, dunque, una seria riflessione sulle modalità di studio, di analisi, di trasmissione e rielaborazione dei saperi.

L’edizione 2018 di ConFormazioni parte da qui.

 

                                                                                                                                          Roberto Giambrone

 

Saranno presenti all'incontro  Importanti direttori artistici di altri festival saranno presenti. Tra questi Roberta Nicolai (Teatri Di Vetro) e Angela Fumarola (Armunia Festival), figure importanti per creare nuove sinergie e nello stesso tempo avere dei veri operatori, elemento importante di ogni festival per offrire alle compagnie ospitate la possibilità di circuitazione. ConFormazioni quindi sarà anche una vetrina per le giovani compagnie.

“Memoria e trasmissioni”, è un incontro mirato per gli studenti del liceo coreutico, per le scuole d'arte e per i giovani danzatori. Costituirà una valida occasione di confronto, studio e approfondimento di pratiche e strumenti del sistema danza. I partecipanti avranno la possibilità di arricchire il proprio processo di formazione creativo e tecnico, all'interno di un contesto che consente agli artisti e agli operatori culturali di incontrarsi con studiosi come Alessandro Pontremoli e Roberto Giambrone e condividere visioni e percorsi.

         

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                       Angela Fumarola                                           Roberta Nicolai